Allergy, Itching and Atopic Dermatitis Hyves

Nature loves Simple Solutions (William of Ockham)

 

BIOATOPIL is a natural supplement that has structure and properties of an herbal product. It's made up

of Calendula Officinalis, Rhodiola Rosea, Riboflavin, Niacinamide. These products are able to counteract some

biochemical mechanisms that underlie reactive diseases linked to uncontrolled production and release of

biochemical mediators from mast cells and, in this way, it strengthens the immune system.

 

These diseases are Itching and Allergies (allergic rhinitis and conjunctivitis, asthma, urticaria, allergic

asthma, itching in dialysis or chronic renal failure, widespread itching (senile, aquagenic, psoriasis, pityriasis

rosea ..), Dermatitis and Atopic Eczema, localized Itching (eg. vaginal, genital, arms, face, etc.),

Prevention of Anaphylactic Shock from bee, wasp and hornet stings, Food intolerances.

 

Powerful antioxidant activity of Rhodiola Rosea and anti-inflammatory activity of Calendula officinalis

further stabilize the production of biochemical mediators. Thus, they counteract free radicals that damage

cells and tissues receptors of systems affected by inflammation.

 

Intake of BIOATOPIL allows to maintain optimal levels of nutrients necessary for the proper functioning of

these complex biochemical systems. 

 

It has no side effects, does not accumulate in the body, has no interactions with any drug or contraindications.

It does'nt contain gluten and / or lactose



POSOLOGICAL INDICATIONS

Itching: (senile, aquagenic, uremic): Adults: one capsule of BIOATOPIL after breakfast and two capsules after

lunch for 5 months. Later, once healing is achieved, 2 cps. after lunch continuously. 

 

If you weigh more than 80 kg. (176 pounds) or aged over 65 years, it's recommended to take 2 capsules after

breakfast and 2 capsules after lunch for 5 months. Subsequently, once healing is achieved, 2 cps. a day continuously.

 

Children under 30 kg(66 lbs): one capsule a day for 3 months. Thereafter, 1 capsule per day for 15 days each month

(the capsules can be opened and poured into water or milk). Children weighing between 30 and 40 kg.(88 lbs),

2 capsules a day for 3 months. Thereafter, 1 capsule a day continuously. Children weighing over 40 kg. Dose like

the adults.

 

Allergic rhinitis:Adults: one capsule of BIOATOPIL after breakfast and two capsules after lunch for 4 months. Later,

once healing is achieved, 1 cps. after lunch continuously.

 

If the weight is over 80 Kg. (176 lbs) or age over 65 years, it's recommended to take 2 capsule after breakfast

and 2 capsules after lunch for months. Then, 1 cps. after breakfast and 1 cps. after lunch for another 2 months.

Later, 2 cps. a day, continuously.

 

Children under 30 kg(66 lbs): one capsule a day for 3 months. Thereafter, 1 capsule per day for 15 days each

month (the capsules can be opened and poured into water or milk). Children weighing between 30 and 40 kg.

(88 lbs), 2 capsules a day for 3 months. Thereafter, 1 capsule a day continuously. Children weighing over 40 kg.

dose like the adults.

 

Allergic asthma:Adults: one capsule of BIOATOPIL after breakfast and two capsules after lunch for 5 months.

Later, once healing is achieved, 2 cps. a day, continuously.

 

If the weight is over 80 Kg. (176 lbs) or age over 65 years, it's recommended to take 2 capsules after breakfast

and 2 capsules after lunch for months. Then, 1 cps. after breakfast and 2 cps. after lunch for another 2 months.

Later, 2 cps. a day, continuously.

 

Children under 30 kg(66 lbs): one capsule a day for 3 months. Thereafter, 1 capsule per day for 15 days each

month (the capsules can be opened and poured into water or milk). Children weighing between 30 and 40 kg.

(88 lbs), 2 capsules a day for 4 months. Thereafter, 1 capsule a day continuously. Children weighing over 40 kg.

dose like the adults.

 

The sooner you start, sooner you’ll see results

 

Urticaria (Hives) : Adults: one capsule of BIOATOPIL after breakfast and two capsules after lunch for 5 months.

 Later, once healing is achieved, 2 cps. a day, continuously.

 

If the weight is over 80 Kg. (176 lbs) or age over 65 years, it's recommended to take 2 capsule after breakfast

and 2 capsules after lunch  for months. Then, 1 cps. after breakfast and 2 cps. after lunch for another 2 months.

Then 2 cps. a day, continuously. 

 

Children under 30 kg(66 lbs): one capsule a day for 3 months. Thereafter, 1 capsule per day for 15 days each month

(the capsules can be opened and poured into water or milk). Children weighing between 30 and 40 kg.(88 lbs),

2 capsules a day. Thereafter, 1 capsule a day continuously.

Children weighing over 40 kg. Dose like adults.

 

Dermatitis and Atopic Eczema:Adults: one capsule of BIOATOPIL after breakfast and two capsules after lunch for

5 months. Later, once healing is achieved, 2 cps. a day, continuously.

 

If the weight is over 80 Kg. (176 lbs) or age over 65 years, it's recommended to take 2 capsules after breakfast

and 2 capsules after lunch  for months. Later, once healing is achieved, 2 cps. a day, continuously.

 

Children under 30 kg(66 lbs): one capsule a day for 5 months. Thereafter, 1 capsule per day for 15 days each

month (the capsules can be opened and poured into water or milk). Children weighing between 30 and 40 kg.

(88 lbs), 2 capsules a day for 5 months. Thereafter, 1 capsule a day continuously. Children weighing over 40 kg. 

dose like the adults.

 

and...it's just life coming in

 

Shock Prevention from bee, wasp, hornet stings:Adults: one capsule after breakfast and 2 cps. after lunch

for 1 month in March (or in first month of taking pills). Then, 1 cps. after breakfast and 1 cps. after lunch from

June to October included. Protection from anaphylactic shock will occur gradually and will be complete after 2

months of treatment.

 

P.N. for a weight of more than 80 kg. (176 pounds) or over age of 65, take 2 capsules after breakfast and

2 capsules after lunch in March (or in first month of you taking pills). Then, 1 capsule after breakfast and 2

capsules after lunch from June to October included.

 

Children: Recurrent inflammation of upper airways: Up to a weight of 30 kg.(66 lbs) 1 cps. a day. If the

weight is between 30 and 40 kg.(88 lbs), 2 capsules a day. Therapy until symptoms disappear (minimum 30 days).

 

Vaginal Itching and Dryness: one capsule after breakfast and 2 capsules after lunch for 5 months. Then,

once healing is achieved, switch to 2 capsules a day, continuously.

 

If  weight is more than 80 kg (176 lbs.) or age over 65, take 2 capsules after breakfast and 2 capsules

after lunch for months. Then switch to 2 capsules a day, continuously.

 

Food intolerancesone capsule of BIOATOPIL after breakfast and two capsules after lunch, up to weight of 68 kg. 

Take Bioatopil for 8 months and then move on to 1 cps. after lunch continuously.

 

Over the weight of 68 kg.(149 lbs.) take 2 capsules after breakfast and 2 capsules after lunch (4 capsules a day).

Take Bioatopil for 8 months and then move on to 2 cps. after lunch continuously.

 

Only after expiry of first period of continuous therapy (eight months) can be resumed food to which one was

intolerant, by continuing to take Bioatopil, depending to weight or age.

 

Quality First!

 

BIOATOPIL by Green Bios. box 30 caps. Retail price € 13,00. In pharmacy without prescription.Store below 30° C.

Notificated to Italian Ministry of Health 10/02/2016.

 

Made in Italy production plant: R.E.F. – Roma Tor Sapienza street, 211.

 

No dyes added! We eliminated dye from the capsules to have a more natural product (the dye was allowed by Ministry of Health for food products).


Europe Pat. n.1178801 
USA Pat. n.7,291,625 B2
Russia - Eurasian Pat. n.003792
China Pat. n.CN1159013C
Canada Pat. n. 2.373.296 

Buy Now BioAtopil from our link Where to Buy 

La rinite è la malattia allergica più frequente. Vediamo di seguito le cure naturali,oltre

le cause e le terapie ufficiali.

 

                       Come si MANIFESTA la RINITE ALLERGICA

Può essere presente in circa il 30% dei soggetti con dermatite atopica e nella metà dei

pazienti con asma. Interessa più del 20% della popolazione. 

Può dipendere da un’allergia ai pollini ed in tal caso avrà un andamento prevalentemente

stagionale (Primavera e inizio Estate). Può essere legata ad una sensibilità alle

muffe ed in tal caso si manifesterà prevalentemente in Autunno e inizio Inverno.

Se dipende da un’allergia ad acari, forfore animali, sarà costantemente presente durante

tutto l’anno. Possono essere adottati rimedi naturali per la rinite allergica. La rinite

allergica a volte precede di qualche anno l’insorgenza di asma; in altri casi può comparire

successivamente.

   Le forme stagionali si manifestano con starnuti, secrezioni nasali, lacrimazione e

prurito. Nelle forme perenni questi sintomi sono più sfumati e prevale invece

l’ostruzione nasale. Questi sintomi possono essere più o meno gravi e, soprattutto

nelle forme perenni, possono associarsi ad una compromissione della qualità della vita.

Il soggetto con naso chiuso, infatti, può avere disturbi del sonno con ripetuti

microrisvegli notturni e, pertanto, durante il giorno può lamentare sonnolenza,

difficoltà di concentrazione e di apprendimento. Tali disturbi possono essere eliminati

con una terapia naturale per la rinite allergica.

 

                Quali sono le CAUSE della RINITE ALLERGICA

La rinite allergica è causata da una reazione di ipersensibilità mediata da IgE,

provocata da aeroallergeni nella maggior parte dei casi. Si ha una attivazione dei

mastociti, che provoca liberazione massiccia da essi di mediatori biochimici

(istamina, leucotrieni, PAF, SRS-A).

 

     Come si CURA la RINITE ALLERGICA nel MODO TRADIZIONALE

Il trattamento tradizionale comprende antistaminici e cortisonici che

rappresentano una cura per l’infiammazione, andando a contrastare questi 

mediatori, una volta liberati in circolo dai mastociti. In molti casi, questi farmaci

diventano insufficienti, specialmente con il passare del tempo.

 

        Come si CURA la RINITE ALLERGICA in MODO NATURALE

Ma cure naturali per le riniti allergiche sono possibili grazie all’azione di

prodotti fitoterapici come Calendula Officinalis e Rhodiola rosea che hanno

azione antinfiammatoria, disinfettante, attivita’ contro i radicali liberi, normalizzante

il microcircolo.

    Insieme ad altri prodotti naturali, come flavoproteine e altri coenzimi

(NAD e NADP), contribuiscono in modo semplice e non dannoso al ripristino

del metabolismo cellulare mastocitario e, quindi, del sistema immunitario.

 

L’asma allergico è una patologia dell’apparato respiratorio causata da allergeni.

Analizziamo di seguito le cure naturali per l’asma allergico, le cause e le

terapie mediche tradizionali.

 

                        Come si MANIFESTA l'ASMA ALLERGICO

Gli allergeni sono rappresentati da pollini, polvere, acari, peli di animali domestici.

La maggior parte delle persone non lamenta nessun problema in presenza di questi

fattori nell’ambiente in cui vive e respira. 

I soggetti asmatici, invece, per una predisposizione genetica ed ereditaria, subiscono

una reazione anomala ed eccessiva del sistema immunitario. Gli effetti di questa

sensibilità colpiscono i bronchi, strutture dell’apparato respiratorio indispensabili per il

passaggio dell’aria nei polmoni. Essi si infiammano, rendendo difficile la respirazione.

Rimedi naturali per l'asma allergico riducono gradualmente fino alla scomparsa tutte

le alterazioni del sistema immunitario. 

I sintomi tipici di questa patologia sono solitamente cronici e si manifestano con un

improvviso restringimento delle vie aeree (broncospasmo) e produzione eccessiva

di muco. I due fenomeni rendono difficile la respirazione. Infatti, creano una “fame” d’aria

(dispnea). Questa provoca respiro sibilante, con un tipico fischio o rantolo e colpi di tosse

che peggiorano ancora di più la respirazione.

 

                     Quali sono le CAUSE dell'ASMA ALLERGICO

I meccanismi di base di questa malattia sono dovuti ad una reazione del

sistema immunitario provocata dall’inalazione di allergeni, verso cui l’organismo

è sensibile. Essi provocano infiammazione dei bronchi.

La causa dell’asma risiede in una disordinata liberazione dai mastociti di mediatori

biochimici (istamina, citochine IL4-IL5-IL 13- IL17 e VEGF – vascular endothelial growth

factors) che provocano e accentuano le crisi asmatiche. Il broncospasmo diminuisce

gradualmente con l'uso di rimedi naturali per l’asma allergico.

 

          Come si CURA l'ASMA ALLERGICO nel MODO TRADIZIONALE

In caso di crisi, l’asma allergico viene trattato con farmaci broncodilatatori e

corticosteroidi, spruzzati con erogatori per via inalatoria. 

corticosteroidi nei bambini aumentano sia il rischio di diabete che di pressione alta

e di coaguli di sangue. 

(https://www.news-medical.net/news/20200917/22549/Italian.aspx).

Gli antileucotrienici sono una classe di farmaci per uso orale che possono

contribuire ad alleviare i sintomi dell’asma. Purtroppo hanno maggiori

effetti collaterali.

L’immunoterapia specifica con estratti allergenici (vaccini) è un trattamento

che consente di allenare gradualmente la risposta immunitaria tipica della

reazione allergica, riducendo numero e intensità degli episodi acuti. Però,

l'immunoterapia può avere effetti collaterali con reazioni che vanno dagli

starnuti, naso chiuso o orticaria fino a reazioni più gravi (shock anafilattico)

con gonfiore della gola, asma senso di oppressione al petto.

Possono venire utilizzati anche farmaci “biologici”, ma anche questi presentano

molti effetti collaterali (prurito, comparsa di macchie e bolle sulla pelle,

alterazioni della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca e affanno).

Altri importanti effetti collaterali riguardano l’aumentato rischio di infezioni

di ogni tipo: in particolare possono determinare la riattivazione di una tubercolosi

sottostante contratta in passato o di un’epatite B e C.

 

             Quali sono le CURE NATURALI per l'ASMA ALLERGICO

Però, esiste una cura naturale per l’asma allergico, efficace e senza effetti

collaterali, che si avvale dell’azione di prodotti fitoterapici come Calendula

Officinalis e Rhodiola rosea, che hanno azione antinfiammatoria, disinfettante,

anti radicali liberi, normalizzante il microcircolo.

   Insieme ad altri prodotti naturali, come flavoproteine e coenzimi, contribuiscono

in modo efficacenon dannoso al ripristino del metabolismo cellulare mastocitario

e del sistema immunitario.

Il veleno di imenotteri (api, vespe, calabroni) è composto da proteine

allergeniche e vasoattive, responsabili della tossicità del veleno. Vediamo

di seguito quali sono le cure naturali per l’allergia al veleno di api,

vespe e calabroni, le sue cause e le terapie mediche ufficiali.

 

              Cos'è l'ALLERGIA al VELENO di IMENOTTERI

In Italia vengono punte da imenotteri 5.000.000 di persone ogni anno.

In media 200.000 di esse vanno incontro a shock anafilattico, che può

avere esiti catastrofici. L’allergia indotta da imenotteri è una causa comune

di anafilassi (reazione generale acuta e pericolosa per la vita). 

   Lo shock anafilattico (reazione acuta e violenta dell’organismo verso un

particolare allergene) è la grave conseguenza del mancato arrivo del

sangue ai tessuti dell’organismo. Ciò causa una progressiva insufficienza

dell’apparato circolatorio, deficit nell’apporto di sangue e quindi di

ossigeno ai tessuti. Ne consegue uno stato di sofferenza degli organi interni,

che può portare a danni irreversibili. Una cura naturale per l’allergia ad Api,

Vespe e Calabroni può ridurre gradualmente fino alla scomparsa di questo

grave rischio.

 

  Quali CAUSE per l'ALLERGIA al VELENO DI API, VESPE, CALABRONI

I mastociti possono neutralizzare le principali tossine dei veleni di imenotteri.

Infatti, la beta-triptasi dei mastociti è capace di degradare gli allergeni e gli

anticorpi IgE. Pertanto, i mastociti e i loro mediatori proteggono le persone dalla

tossicità del veleno, portando inizialmente ad una diminuzione e successivamente

alla scomparsa dell’allergenicità. L’atopia (sindrome caratterizzata da una tendenza

ad essere “iperallergici”) costituisce una predisposizione allo sviluppo di reazioni

allergiche da IgE.

 

    Quali sono le CURE NATURALI per l'ALLERGIA al VELENO di IMENOTTERI

Ma rimedi naturali per l’allergia al veleno di api, vespe e calabroni, in

grado di potenziare l’attività dei mastociti, annullano il rischio di allergia,

normalizzando il metabolismo dei mastociti, che divengono più resistenti,

utilizzando prodotti fitoterapici come Calendula Officinalis e Rhodiola rosea.

   Essi hanno azione antinfiammatoria, anti radicali-liberi e normalizzante il

microcircolo. Questi, in aggiunta ad altri prodotti naturali, come flavoproteine e

coenzimi, contribuiscono in modo efficace e non dannoso al ripristino del metabolismo

dei mastociti. In questo modo, si riequilibrano le loro membrane cellulari e si rende più

resistente il sistema immunitario.

La dermatite atopica è una malattia cronica infiammatoria cutanea di tipo pruriginoso che

viene definita proprio "atopica" dal momento che non è specificatamente localizzata in

una zona precisa del corpo.

Tra i rimedi e le cure utilizzabili, spicca sicuramente Bioatopil, un integratore naturale al

100%, prodotto da Green Bios. Il prodotto contiene tra i suoi ingredienti la Rhodiola Rosea

e la Calendula officinalis, ricca di flavonoidi, che esplicano i loro poteri antiossidante e

antinfiammatorio con il controllo del microcircolo ematico per contrastare la formazione

dei radicali liberi che danneggiano le cellule e i recettori che si trovano nei tessuti interessati

dalla dermatite.

 

Ecco come si può curare in modo naturale la Dermatite atopica

 

                   Cure e rimedi naturali per la DERMATITE ATOPICA

La ricchezza in nutrienti della sua formulazione permette quindi di mantenere i livelli

ottimali di principi chimici necessari per riportare al corretto funzionamento fisiologico i

sistemi biochimici che, se alterati, scatenano il fenomeno della dermatite. Allo stesso tempo,

poi, l'integratore può essere utilizzato con ottimi risultati anche in via preventiva per evitare

lo scatenarsi del fenomeno pruriginoso. Viene paragonato a un prodotto erboristico, perciò

non si accumula nel tempo nell'organismo, ma viene continuamente eliminata la dose in

eccesso, non ha nessun effetto collaterale e non contiene nella sua formulazione nè lattosio

nè glutine, perciò non vi sono problemi di possibili intolleranze. 

Altro aspetto da non trascurare è il luogo di produzione: interamente in Italia, a Roma.

La terapia con Bioatopil contro la dermatite atopica è molto semplice: è sufficiente

assumerlo 2 volte al giorno per cinque mesi, per poi proseguire  assumendolo una volta al

giorno, quando hai ottenuto il risultato desiderato.

L'integratore non necessita di prescrizione medica ed è acquistabile, oltre che in farmacia,

direttamente anche on-line.

La sensazione di prurito è la risposta ad un’ampia varietà di stimoli. Vedremo di seguito

le cure naturali per il prurito diffuso, le sue cause e le cure ufficiali con farmaci.

 

                            Dove si LOCALIZZA il PRURITO

Il prurito può essere localizzato in zone limitate o diffuso. E’ spesso la conseguenza

di una malattia dermatologica. Il prurito, in mancanza di lesioni dela pelle, può avere

origine anche da malattie generali, quali neoplasie, patologie renali, ematologiche,

epatiche, allergiche.

In altri casi il prurito rimane sintomo unico: in questi casi si parla di prurito “sine materia”.

Di tale categoria fanno parte i tipi di prurito locale come quello delle zone genitali esterne

(prurito vulvare, scrotale, perianale) o diffuso come il prurito senile (tipo di prurito diffuso

molto frequente tra le persone sopra i 65 anni di età). Un’altra forma di prurito diffuso, che 

trattiamo in un'altra pagina, è il prurito presente nelle persone affette da insufficienza renale

(prurito uremico).

 

                            Quali sono le CAUSE del PRURITO

Le cause sono molteplici: stress, carenze di sostanze organiche, radicali liberi.

Però, rimedi naturali per il prurito possono ridurre la presenza dei mediatori biochimici

senza effetti collaterali.

Gli stimoli del prurito,come un lieve tocco, una vibrazione o contatto con fibre di lana,

agiscono sui recettori nervosi liberi della pelle (fibre C amieliniche: le stesse che trasmettono

il dolore, ma ad una frequenza più bassa). Numerosi messaggeri chimici trasportano tale

sensazione. L’istamina è uno dei mediatori più significativi, ma anche altri come callicreina,

PAF (fattore di aggregazione piastrinica) e varie endopeptidasi.

   Questi messaggeri sono sintetizzati e immagazzinati nei mastociti della pelle e liberati in

risposta a vari stimoli. Tali mediatori vengono liberati in modo sregolato e caotico dai

mastociti stessi, quando il loro metabolismo è danneggiato.

 

         Quali sono le CURE TRADIZIONALI per il PRURITO DIFFUSO 

La terapia corrente del prurito si avvale di farmaci (antistaminici), creme idratanti,

da scegliere in base alla causa, ma i risultati sono deludenti.

 

           Quali sono le CURE NATURALI per il PRURITO DIFFUSO

Tuttavia, Cure naturali per il prurito sono possibili grazie alle proprietà di sostanze

naturali come Calendula Officinalis e Rhodiola rosea che hanno azione antinfiammatoria,

lenitiva, anti radicali liberi, normalizzante il microcircolo sanguigno. 

   Altre sostanze naturali, come flavoproteine e coenzimi, contribuisconoin modo non dannoso 

al ripristino delle membrane cellulari dei mastociti. Si ha, quindi, il ritorno alla normale 

produzione e liberazione dei mediatori biochimici del prurito dai mastociti e un recupero

delle normali funzioni del sistema immunitario.

Il prurito che si ha nella insufficienza renale cronica (uremia) è un sintomo molto

invalidante. Ora vediamo le cure naturali per il prurito uremico, le sue cause e le

terapie utilizzate.

 

                                  COS'E' il PRURITO UREMICO

Esso affligge circa la metà dei pazienti con uremia ed è più spesso diffuso a tutta la

superficie del corpo. Il prurito uremico, specie quando e’ intrattabile, è un sintomo

con impatto devastante sullo stato psico-fisico del paziente.

   Interessa oltre il 50% dei pazienti, siano essi trattati con terapia extracorporea

o con dialisi peritoneale. Il prurito influenza grandemente la qualità del sonno.

I pazienti affetti da prurito uremico dichiarano di non riuscire a dormire la notte

e di avere di conseguenza sonnolenza nelle ore diurne. Ad esso può seguire

mancanza di forza, stato di agitazione sino a quadri di depressione e si associa

ad un aumentato rischio di morte.

Il prurito uremico è una delle manifestazioni di patologia cutanea più frequenti,

frustranti e causa di disabilità nell’uremico cronico. Tale disabilità può recedere 

con l’uso di cure  naturali per il prurito uremico.

 

                   QUALI sono le CAUSE del PRURITO UREMICO

C’è una correlazione tra vie nervose che provocano il prurito e quelle responsabili

del dolore. Infatti, come per il dolore, anche per il prurito è stato identificato un

gruppo di fibre di tipo C deputate alla conduzione di tale stimolo. Esse sono in grado

di attivare i neuroni midollari che poi trasmettono il segnale alla regione talamica.

   Le fibre nervose di tipo C sono presenti negli strati profondi dell’epidermide o

nella giunzione dermo-epidermica della pelle, dove interagiscono con i mastociti.

Queste cellule influenzano la produzione del prurito rilasciando peptidi vasoattivi

come l’istamina, l’IL-2, alcune proteasi e il TNFSoluzioni naturali per il prurito

uremico sono non solo possibili ma auspicabili nell’interesse esclusivo dei pazienti.

 

         COME si CURA il PRURITO UREMICO nel MODO TRADIZIONALE

Le terapie che si usano di solito, all’inizio adoperano membrane in  polimetil-

metacrilato durante la dialisi. In seguito, vengono adoperati emollienti cutanei

o creme alla capsaicina (che non possono essere applicate a grandi superfici per

l’effetto irritativo). Successivamente, si attuano trattamenti sistemici con l’uso dei

raggi ultravioletti B (di cui va considerato il potenziale effetto cancerogeno

sulla pelle).

Si usano farmaci antiepilettici come il gabapentin, con possibili effetti collaterali

quali:

1) Neurotossicità sino al coma.

2) Agitazione.

3) Esoftalmo.

4) Psoriasi.

5) Pancreatite.

I risultati oltretutto sono insoddisfacenti dal momento che più della metà dei

pazienti continua ad avere prurito, oltre a pesanti effetti collaterali.

 

             QUALI sono le CURE NATURALI per il PRURITO UREMICO

Non hanno effetti collaterali i rimedi naturali per il prurito nella insufficienza renale.

Infatti, soluzioni naturali per il prurito uremico possono essere adottate per la loro 

efficaciaassenza di effetti collaterali grazie all’azione di prodotti naturali

come Calendula Officinalis e Rhodiola rosea che hanno azione antinfiammatoria,

anti radicali liberi e lenitiva

   Esistono inoltre altre sostanze naturali (flavoproteine e altri coenzimi come NAD e

NADP) che contribuiscono al ripristino del metabolismo dei mastociti con il riequilibrio

del rilascio fisiologico di peptidi vasoattivi, della funzionalità del sistema immunitario

e la conseguente scomparsa del prurito. Pertanto, soluzioni naturali sono possibili e

consigliabili nell'interesse esclusivo dei pazienti.

Il contatto con l’acqua può scatenare un prurito acquagenico in alcuni pazienti. 

Analizziamo i rimedi naturali per il prurito acquagenico, le sue cause e le terapie

ufficiali.

 

                        COS'E' il PRURITO ACQUAGENICO

Il prurito acquagenico è la risposta eccessiva della pelle, nei confronti di una

sostanza normalmente non pruritogena, non urticariogena e non apportatrice di dolore,

qual’è l’acqua. Il prurito acquagenico si presenta con un’intensa reazione pruriginosa

nelle aree a contatto con l’acqua. Al contrario dell’orticaria acquagenica, non si

accompagna a lesioni evidenti della pelle.

 

               COME si MANIFESTA il PRURITO ACQUAGENICO

Il paziente può avvertire, oltre al prurito feroce, anche una fastidiosa sensazione descritta

come punture di spillo o come aghi nella la pelle. Tale sensazione è simile al formicolio

provocato da un insetto che cammina sotto la pelle. E' efficace e non dannoso l’uso di

rimedi naturali per il prurito acquagenico. Possono essere interessati tutti i distretti corporei,

specie dopo un bagno o una doccia, anche se si usano detergenti delicati e ipoallergenici.

Un prurito acquagenico può essere scatenato persino dal sudore.

   Il prurito acquagenico tende in alcuni casi a riapparire periodicamente, anche senza un

contatto con l’acqua, alla fine dell’estate o nei mesi autunnali. Alcuni pazienti riferiscono

un prurito tanto forte da non potere dormire la notte. 

Il prurito acquagenico può manifestarsi anche a distanza dall’avvenuto contatto con acqua,

specialmente nelle ore serali e di notte. Nell’orticaria acquagenica, invece, i disturbi si

verificano appena dopo il contatto con l’acqua.

 

                    QUALI sono le CAUSE del PRURITO ACQUAGENICO

In questa patologia si ha degranulazione di mastociti e liberazione di peptidi vasoattivi,

responsabili del prurito, del bruciore e di una sensazione a tipo punture di spilli.

A volte si può avere anche un’orticaria acquagenica o una sensazione di bruciore della 

pelle a contatto con l’acqua.

 

           COME si CURA il PRURITO ACQUAGENICO nel MODO TRADIZIONALE

Nelle forme minime di prurito acquagenico, gli antistaminici hanno scarso effetto. Sia il

cortisone che gli antistaminici non sono efficaci contro la sensazione di punture di spilli.

 

Lo scarso beneficio ottenuto con l’uso degli antistaminici tradizionali si spiega con il ruolo

pruritogeno dei peptidi vasoattivi diversi dall’istamina (sostanza P, acetilcolina, serotonina,

TNF-a). 

 

                 QUALI CURE NATURALI per il PRURITO ACQUAGENICO 

Tuttavia, cure naturali per il prurito acquagenico, estremamente efficaci e senza effetti

collaterali, sono possibili, per l’azione di prodotti naturali come Calendula Officinalis e

Rhodiola rosea. Esse hanno azione antinfiammatoria, disinfettante, anti radicali liberi e

normalizzante il microcircolo sanguigno.

   Vi sono anche altri prodotti naturali, come flavoproteine e coenzimi, che contribuiscono

in modo efficace e non dannoso al ripristino del metabolismo dei mastociti. Agiscono

favorendo la corretta liberazione dei peptidi vasoattivi, riequilibrando la loro

membrana cellulare e favorendo il recupero delle funzioni del sistema immunitario.

L'orticaria è una patologia della pelle che può insorgere spontaneamente. Analizziamo

le cure naturali per l’orticaria cronica, le sue caratteristiche e le terapie mediche ufficiali.

 

                               COS'E' l'ORTICARIA CRONICA

Si definisce orticaria la comparsa di piccole macchie sulla pelle, rotondeggianti, di colore

rosso (pomfi), causati della perdita di plasma da piccoli vasi sanguigni nel tessuto connettivo

del derma. Si parla di orticaria cronica quando la durata del disturbo è lunga (in genere più di 6

settimane), oppure quando tende a ripresentarsi più volte nel tempo.

Il 30% circa degli adulti affetti da orticaria sono colpiti anche dall’angioedema (il gonfiore

si approfondisce nel derma e diffonde in zone piu’ vaste della pelle, colpendo con maggior

frequenza labbra o palpebre).

Nei casi si orticaria acuta, quindi di durata inferiore, la causa è spesso legata all’assunzione

di un qualche farmaco o del cibo. Nel caso della forma cronica si parla di orticaria spontanea,

ad indicare che la causa rimane sconosciuta. Il nuovo termine orticaria spontanea cronica

ha sostituito quello di orticaria cronica idiopatica e orticaria autoimmune cronica.

 

                    QUALE è la CAUSA dell'ORTICARIA CRONICA

La causa della forma cronica, come già detto, è spesso difficile da individuare (rimane

sconosciuta nel 50% dei casi). Si pensa che sia legata ad una reazione autoimmune (un’errata

reazione del sistema immunitario verso una struttura dell’organismo stesso).

Sono stati identificati diversi anticorpi  IgE, che portano al rilascio di mediatori biochimici

(istamina, leucotrieni, Interleuchina 17, IL-23 e TNF-α) da parte dei mastociti. Tuttavia,

questi anticorpi sono rilevabili solo in un terzo dei casi. Pertanto, altri fattori sono coinvolti nella

patogenesi dell’orticaria cronica. Cure naturali per l’orticaria cronica raggiungono l’obiettivo

di normalizzare le alterazioni metaboliche dei mastociti, che causano questa patologia.

Il meccanismo con cui si origina l’orticaria, però, è sempre lo stesso: l’attivazione dei mastociti

e, quindi, l’alterazione del loro metabolismo. Da ciò si deduce che, ripristinando il metabolismo

dei mastociti, scompaiono anche i disturbi dell’orticaria.

 

               COME si CURA l'ORTICARIA CRONICA nel MODO TRADIZIONALE

La terapia medica ufficiale si avvale, in sequenza, di antistaminici, cortisonici,

antileucotrieniciimmunosoppressori, farmaci biologici. Tutti questi farmaci presentano

effetti collaterali di varia entità nel breve periodo, ma a lungo termine tali effetti collaterali

possono diventare gravi.

 

Ecco come curare in modo naturale l'Orticaria cronica

 

                   ORTICARIA CRONICA: QUALI sono le CURE NATURALI

Pertanto, una cura naturale per l’orticaria cronica, efficace e senza effetti collaterali, è

possibile e gradita con l’uso di prodotti fitoterapici come Calendula Officinalis e Rhodiola rosea.

Esse hanno azione antinfiammatoria, anti radicali liberi, normalizzante il microcircolo e lenitiva.

   Vi sono anche altri prodotti naturali, come flavoproteine e coenzimi (NAD e NADP), che contribuiscono

in modo efficacenon dannoso al ripristino del metabolismo cellulare dei mastociti e quindi alla

normalizzazione della liberazione dei mediatori biochimici e del sistema immunitario.

Il prurito e la secchezza vaginale sono condizioni che spingono a grattarsi ed evocano

immediatamente sensazioni sgradevoli. Di seguito analizziamo le cure naturali per il

prurito e la secchezza vaginale,le cause e le terapie mediche.

 

           Quali sono le CAUSE di PRURITO e SECCHEZZA VAGINALE

Il prurito vaginale riconosce molteplici cause, ma in molti casi è dovuto a infezioni

(candidosi in testa) o irritazioni. Nell’insorgenza di questi disturbi è spesso chiamato in

causa lo stress.

Alcune ricerche hanno mostrato, infatti, uno stretto legame tra situazioni

di affaticamento psicofisico e infezioni vaginali. Lo stress, fisico e psichico influisce

negativamente sulla produzione di anticorpi e di cellule preposte alle difese.

Infatti, modifica anche il delicato equilibrio tra i microrganismi “buoni” della nostra flora

batterica e quelli dannosi. Lo stress agisce sregolando il metabolismo dei mastociti,

che in questa condizione liberano in quantità minima mediatori biochimici. Tra di essi

i VEGF, il cui ruolo è quello di mantenere la vitalità vaginale con produzione di glicogeno,

iperplasia vascolare e ricrescita di tessuto superficiale e sottocutaneo. Oltre a questo, 

mantiene un pH acido con la moltiplicazione dei buoni lattobacilli. Rimedi naturali per

il prurito e la secchezza vaginale possono aumentare la presenza di tali mediatori 

senza effetti collaterali, ripristinando il metabolismo dei mastociti.

Se questo equilibrio viene alterato, la Candida prende il sopravvento. Si ha, allora,

comparsa di prurito vaginale, in genere molto intenso, talora bruciore durante i rapporti,

irritazione e “perdite” biancastre, simili a latte cagliato.

Molto frequente è anche la vaginosi batterica. In essa, all’alterazione della microflora

vaginale fa seguito uno sviluppo eccessivo di alcuni batteri normalmente presenti (in

particolare la Gardnerella vaginalis), che diventano aggressivi. Questa condizione è

caratterizzata soprattutto da perdite di colore  bianco-grigiastro, generalmente maleodoranti,

mentre il prurito è poco frequente.

La parete vaginale interna è naturalmente lubrificata da un sottile strato di muco

umidificante che ha anche la funzione di difendere da attacchi esterni. La quantità di lubrificante

vaginale prodotto da ogni donna è diverso, come diversi sono anche i fattori che influiscono su di

essa. Infatti, troppo stress può contribuire a rendere la lubrificazione insufficiente. Ma si

possono curare il prurito e la secchezza vaginale con prodotti naturali che ristabiliscono le

normali condizioni immunologiche.

 

     Come si CURANO PRURITO e SECCHEZZA VAGINALE nel modo TRADIZIONALE

La terapia di prurito e secchezza vaginale si avvale di farmaci da scegliere in base alla

causa, ma molto spesso i risultati sono deludenti. Infatti, si possono usare antibiotici

per un breve periodo, per dominare le eventuali infezioni sopracitate. Però, una volta tolta

l’infezione, puo’ rimanere il prurito e la secchezza dei genitali. Oppure il prurito e la secchezza

vaginale possono esistere anche senza infezioni.

Gli antistaminici non funzionano perchè il mediatore di questi disturbi non è l’istamina.

Allora si possono usare appositi lubrificanti, da applicare durante i rapporti sessuali, o

preparati idratanti capaci di ripristinare la normale lubrificazione dell’ambiente. Ma ciò

va bene per un periodo molto limitato, mentre nel medio periodo tale situazione diviene

stressante

 

Ecco come curare in modo naturale Prurito e Secchezza vaginale

 

      PRURITO e SECCHEZZA VAGINALE: Quali sono le CURE NATURALI 

Quindi, cure naturali per il prurito e la secchezza vaginale sono possibili grazie alle

proprietà di alcune sostanze naturali. Esse sono la  Calendula  Officinalis, che ha azione

antidolorifica e antispasmodica, antinfiammatoria, antiossidante, disinfettante,

idratante e lenitiva. La Rhodiola  rosea aumenta la resistenza dell’organismo allo

stress psico-fisico ed ha azione normalizzante il microcircolo

   Poi, vi sono altre sostanze naturali, come flavoproteine e coenzimi (NAD e NADP),

che contribuiscono in modo semplice ed efficace al ripristino del metabolismo dei

mastociti e al riequilibrio del sistema immunitario.