La sensazione di prurito è la risposta ad un’ampia varietà di stimoli (un lieve tocco, una vibrazione o il contatto con fibre di lana). Vedremo di seguito le cure naturali per il prurito diffuso in confronto alle cure ufficiali con farmaci e le sue cause.

Gli stimoli del prurito agiscono sui recettori nervosi liberi della pelle (fibre C amieliniche: le stesse che trasmettono il dolore, ma ad una frequenza più bassa). Numerosi messaggeri chimici trasportano tale sensazione. L’istamina è uno dei mediatori più significativi, ma anche altri come callicreinaPAF (fattori di aggregazione piastrinica) e varie endopeptidasi. Questi messaggeri sono sintetizzati e immagazzinati nei mastociti cutanei e liberati in risposta a vari stimoli. Tali mediatori vengono liberati in modo sregolato e caotico dai mastociti stessi, quando il metabolismo dei mastociti è danneggiato. Le cause sono molteplici:  stress, carenze di sostanze organiche, radicali liberi. Però, rimedi naturali per il prurito possono ridurre la presenza di tali mediatori e senza effetti collaterali.

Il prurito può essere localizzato in zone limitate o diffuso. E’ spesso la conseguenza di una malattia dermatologica. Il prurito, in mancanza di lesioni cutanee, può avere origine anche da malattie generali, quali neoplasie, patologie renali, ematologiche, epatiche, allergiche. In altri casi il prurito rimane sintomo unico: in questi casi si parla di prurito “sine materia”. Di tale categoria fanno parte i tipi di prurito locale come quello delle zone genitali esterne (prurito vulvarescrotaleperianale) o diffuso come il prurito senile (tipo di prurito diffuso molto frequente tra le persone sopra i 65 anni di età). Un’altra forma di prurito diffuso è il prurito presente nelle persone affette da insufficienza renale (prurito uremico).
La terapia corrente del prurito si avvale di farmaci (antistaminici, creme idratanti..) da scegliere in base alla causa, ma i risultati sono deludenti.

Tuttavia, Cure naturali per il prurito sono possibili grazie alle proprietà di sostanze naturali come Calendula Officinalis e Rhodiola rosea che hanno azione antinfiammatorialenitivaanti radicali liberi, normalizzante il microcircolo sanguigno. Altre sostanze naturali, come flavoproteine e altri coenzimi come NAD e NADP, contribuiscono in modo non dannoso al ripristino delle membrane cellulari dei mastociti. Si ha, quindi, il ritorno alla normale produzione e liberazione dei mediatori biochimici del prurito dai mastociti e una cura naturale per il prurito.