L’emicrania senza aura spesso compare al risveglio. Analizziamo di seguito i rimedi naturali per l’emicrania senza aura, il suo meccanismo e le cure ufficiali. 

 

L’emicrania senza aura è uno dei tipi di cefalea primaria (senza causa identificabile). La sua frequenza può variare da qualche episodio all’anno fino al giornaliero (emicrania cronica). Alla sua origine c’è un particolare processo caratterizzato dallo spasmo rapido dei vasi dell’encefalo seguito da una prolungata dilatazione delle arterie.

 

La causa dell’emicrania risiede nella carenza di elementi naturali organici conseguente a stress, stile di vita incongruo, terreno genetico e azione di radicali liberi. Nella maggior parte dei casi le crisi si scatenano da 1 a 4 volte al mese. La proporzione tra donne e uomini è di 3 a 1. Alcuni fattori possono risultare scatenanti: il consumo di particolari alimenti, variazioni delle abitudini di vita o dei ritmi di sonno/veglia, eventi particolarmente stressanti. 

 

Nella forma senza aura l’emicrania è caratterizzata da un dolore quasi sempre da un lato. Può manifestarsi anche da ambedue i lati del capo, di intensità moderata o severa, ed è pulsante. Il dolore tende a peggiorare con il movimento e gli sforzi fisici. Di solito è associato a nausea e/o vomito. In generale il dolore si sviluppa nella regione frontale o temporale per poi estendersi a tutto il capo e al collo. Le crisi dolorose possono essere precedute di alcune ore da una serie di disturbi premonitori (i cosiddetti “sintomi prodromici”). Tra di essi spiccano irritabilità, stanchezza, sonnolenza, tendenza a cambiare umore. Sia il dolore che i sintomi prodromici recedono in modo graduale e senza danni per l’organismo con rimedi naturali per l’emicrania senza aura. 

 

Si hanno disturbi nei confronti della luce (fotofobia), del rumore (fonofobia) e, in alcuni casi, di odori (osmofobia). Il dolore dell’emicrania è determinato da una infiammazione neurogenica nel territorio trigemino-vascolare. E’ innescato da una alterata attivazione dei mastociti (corpuscoli presenti nel tessuto connettivo intorno ai capillari). L’emicrania senza aura causa produzione e dismissione non controllata di trasmettitori nervosi, come il CGRP (calcitonin gene-related peptide) e la SP (sostanza P). Essi provocano vasodilatazione delle arterie cerebrali.

 

I farmaci più utilizzati nella terapia dell’attacco di emicrania sono i comuni analgesici non steroidei (Fans) e i triptani. Essi danno scarso giovamento, ma hanno effetti collaterali anche gravi sia immediati che più avanti nel tempo. 

 

Tuttavia, si può curare l’emicrania senza aura con prodotti naturali come la Vitis vinifera e la Rhodiola rosea. Questi prodotti hanno azione antiradicali liberiantinfiammatoria, antiaggregante, nutritiva della parete dei vasi sanguigni. Esistono anche sostanze naturali organiche, come flavoproteine e coenzimi, che agiscono in modo positivo. Essi contribuiscono in modo efficace e non dannoso al ripristino del metabolismo dei mastociti  e della fisiologica produzione di trasmettitori neurali.