Il veleno di imenotteri (api, vespe, calabroni) è composto da proteine allergeniche e ammine vasoattive. Esse sono responsabili della tossicità del veleno. Vediamo di seguito quali sono le cure naturali per l’allergia al veleno di api, vespe e calabroni, le sue cause e le terapie mediche ufficiali.

In Italia vengono punte da imenotteri 5.000.000 di persone ogni anno. In media 200.000 di esse vanno incontro a shock anafilattico, patologia che, può avere esiti catastrofici.

Molti composti di veleno di imenotteri possono indurre la degranulazione dei mastociti. L’allergia indotta da imenotteri è una causa comune di anafilassi  (reazione sistemica acuta e pericolosa per la vita). I mastociti possono neutralizzare le principali tossine dei veleni di imenotteri. Infatti, la beta-triptasi dei mastociti è capace di degradare gli allergeni e gli anticorpi IgE. Pertanto, i mastociti e i loro mediatori proteggono i pazienti dalla tossicità del veleno, portando inizialmente ad una diminuzione e successivamente alla scomparsa dell’allergenicità.

L’atopia (sindrome caratterizzata da una tendenza ad essere “iperallergici”) costituisce una predisposizione allo sviluppo di reazioni allergiche IgE-mediate. Nel 7% di pazienti adulti, l’allergia al veleno di imenotteri è associata a mastocitosi sistemica (una patologia proliferativa dei progenitori dei mastociti ematopoietici ). Cioè, i soggetti affetti da mastocitosi sistemica hanno un rischio particolarmente grave di anafilassi da puntura di imenotteri. Ma rimedi naturali per l’allergia al veleno di api, vespe e calabroni, in grado di potenziare l’attività dei mastociti, annullano il rischio di allergia.

Lo shock anafilattico (reazione acuta e violenta dell’organismo verso un particolare allergene) è la grave conseguenza del mancato arrivo del sangue ai tessuti dell’organismo. Ciò causa una progressiva insufficienza dell’apparato circolatorio, deficit nell’apporto di sangue e quindi di ossigeno ai tessuti. Ne consegue uno stato di sofferenza soprattutto degli organi interni che può portare a danni irreversibili.

Tuttavia, una Cura Naturale per l’Allergia ad Api, Vespe e Calabroni si può attuare normalizzando il metabolismo dei mastociti. Essi, cioè, divengono più resistenti, con prodotti fitoterapici come Calendula Officinalis e Rhodiola rosea, che hanno azione antinfiammatoriaanti radicali liberi, normalizzante il microcircolo. Questi, in aggiunta ad altri prodotti naturali, come flavoproteine e coenzimi, contribuiscono in modo non dannoso al ripristino del metabolismo cellulare dei mastociti. Infatti, si riequilibrano le loro membrane rimuovendo, così, il rischio di shock anafilattico e attuando una cura naturale per l’allergia al veleno di imenotteri.