Il veleno di imenotteri (api, vespe, calabroni) è composto da proteine allergeniche e ammine vasoattive, responsabili della tossicità del veleno.Vediamo di seguito quali sono le cure naturali per l’allergia al veleno di api, vespe e calabroni, le sue cause e le terapie mediche ufficiali.

 

In Italia vengono punte da imenotteri 5.000.000 di persone ogni anno. In media 200.000 di esse vanno incontro a shock anafilattico, che può avere esiti catastrofici. Lo shock anafilattico (reazione acuta e violenta dell’organismo verso un particolare allergene) è la grave conseguenza del mancato arrivo del sangue ai tessuti dell’organismo. Ciò causa una progressiva insufficienza dell’apparato circolatorio, deficit nell’apporto di sangue e quindi di ossigeno ai tessuti. Ne consegue uno stato di sofferenza soprattutto degli organi interni che può portare a danni irreversibili.

 

L’allergia indotta da imenotteri è una causa comune di anafilassi  (reazione generale acuta e pericolosa per la vita). I mastociti possono neutralizzare le principali tossine dei veleni di imenotteri. Infatti, la beta-triptasi dei mastociti è capace di degradare gli allergeni e gli anticorpi IgE. Pertanto, i mastociti e i loro mediatori proteggono le persone dalla tossicità del veleno, portando inizialmente ad una diminuzione e successivamente alla scomparsa dell’allergenicità.

 

L’atopia (sindrome caratterizzata da una tendenza ad essere “iperallergici”) costituisce una predisposizione allo sviluppo di reazioni allergiche da IgE. Ma rimedi naturali per l’allergia al veleno di api, vespe e calabroni, in grado di potenziare l’attività dei mastociti, annullano il rischio di allergia.

 

Quindi, una Cura Naturale per l’Allergia ad Api, Vespe e Calabroni si può attuare normalizzando il metabolismo dei mastociti. Essi, cioè, divengono più resistenti, con prodotti fitoterapici come Calendula Officinalis e Rhodiola rosea, che hanno azione antinfiammatoriaanti radicali liberi, normalizzante il microcircolo. Questi, in aggiunta ad altri prodotti naturali, come flavoproteine e coenzimi, contribuiscono in modo efficace e non dannoso al ripristino del metabolismo dei mastociti. Infatti, si riequilibrano le loro membrane cellulari. Si rimuove, così, il rischio di shock anafilattico attuando una cura naturale per l’allergia al veleno di imenotteri.