SONNO, EMICRANIA e RIMEDI NATURALI

Il sonno è molto importante per recuperare le energie, mantenere la salute mentale e anche il benessere psicofisico. I disturbi del sonno sono spesso associati all’emicrania. Di seguito vediamo come ciò accada e le cure naturali per l’emicrania.

 

La privazione del sonno e’ un fattore di stress neurobiologico e fisiologico, cioè è un fattore di stress che ha conseguenze per il cervello, così come per molti sistemi corporei¹.

 

Dormire consente la rimozione di prodotti di scarto del metabolismo cerebrale, che sono neurotossici e che si accumulano nel sistema nervoso centrale durante la veglia².

      

Le persone con emicrania hanno una qualità del sonno più scadente e una struttura del sonno alterata rispetto agli individui non emicranici. È  quanto emerge da uno studio condotto dai ricercatori del Wolfson Centre for Age-Related Diseases, Institute of Psychiatry, Psychology & Neuroscience di Londra e pubblicato dalla rivista Neurology.

 

Nello studio effettuato, adulti e bambini con emicrania hanno mostrato una quantità inferiore di sonno REM  e i pazienti hanno mostrato meno tempo di sonno totale e più veglia rispetto ai controlli (non emicranici). Ma una cura naturale per l’emicrania risolve questo problema.

 

Uno studio pubblicato dalla rivista Brain conferma questa teoria, mostrando che negli esseri umani, una notte di privazione del sonno ostacola la rimozione delle molecole che si sono accumulate di giorno nel cervello².

 

L’esperimento è proseguito ancora una notte, nel corso della quale a tutti i partecipanti è stato permesso di dormire. Nonostante questa seconda notte di riposo, l’alterata pulizia cerebrale nel gruppo della privazione del sonno non è stata compensata.

 

La privazione cronica del sonno aumenta l'appetito e il dispendio energetico, aumenta i livelli di citochine infiammatorie, diminuisce il tono parasimpatico e aumenta il tono simpatico, aumenta la pressione sanguigna, aumenta i livelli serali di cortisolo e innalza i valori di insulina e glicemia

 

Inoltre, diverse ricerche hanno mostrato che la mancanza di sonno aumenta la quantità di β-amiloide solubile e il rischio di formazione di placche β-amiloidi e porta ad un aumento dei livelli di tau nel liquido interstiziale dell’ippocampo. Entrambe le proteine (tau e beta amiloide) formano aggregati tipici della malattia di Alzheimer.

 

Le cure tradizionali per l’emicrania, cioè antinfiammatori e triptani, avendo effetti collaterali notevoli che vanno dalla infiammazione dello stomaco ad un aumentato rischio di embolia polmonare(antinfiammatori) o ad una vasocostrizione dei vasi cerebrali, che riduce la nutrizione delle cellule nervose (triptani), vanno utilizzate raramente e con giudizio. Cure naturali per l’emicrania, invece, non avendo effetti collaterali, si possono usare con regolarità e tranquillamente, restituendo anche l’integrità del sonno.

 

Dormire in maniera insufficiente aumenta il rischio di sviluppare il reflusso gastroesofageo notturno nelle donne, secondo uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Sleep Medicine.  

         

Il reflusso gastroesofageo notturno è stato definito come la segnalazione di bruciore di stomaco o reflusso acido dopo essere andata a letto, che si manifesta qualche volta, spesso o molto spesso. E l’insorgenza di reflusso gastroesofageo notturno era due volte più comune tra le donne con sonno insufficiente o breve (sonno di durata minore di sei ore a notte ) rispetto a quelle con sonno sufficiente.

 

Quindi, una cura naturale per l’emicrania è non solo possibile ma doverosa per l’integrità dell’organismo, consentendo un trattamento a lungo termine, associando il ripristino del sistema immunitario e il riequilibrio di un’ambiente corporeo alterato. La cura naturale si attua con l’azione di sostanze fitoterapiche come Rhodiola rosea e Vitis vinifera. Esse hanno attivita’ anti radicali liberi, azione antinfiammatoria, antiaggregante, nutriente la parete dei vasi sanguigni. Insieme ad altre sostanze naturali, come flavoproteine e coenzimi, contribuiscono in modo efficace e non dannoso al ripristino del metabolismo e al riequilibrio dell’ambiente corporeo.

 

Bibliografia:

1) Xie L, Kang H, Xu Q, Chen MJ, Liao Y, Thiyagarajan M, O’Donnell J, Christensen DJ, Nicholson C, Iliff JJ, Takano T, Deane R, Nedergaard M. Sleep drives                  metabolite clearance from the adult brain. Science. 2013 Oct 18;342(6156):373-7. doi: 10.1126/science.1241224.

2) Per Kristian Eide, Vegard Vinje, Are Hugo Pripp, Kent-Andre Mardal, Geir Ringstad, Sleep deprivation impairs molecular clearance from the human brain, Brain,       Volume 144, Issue 3, March 2021, Pages 863–874,