English Italiano

Logo

Attualmente sei su:


contattaci subito

CEFALEA ed EMICRANIA: Meccanismo, cure e rimedi naturali

Con il termine di cefalea o emicraniasi indica qualunque forma di dolore, più o meno intenso, localizzato alla testa. Di seguito vediamo le cure naturali per la cefalea ed emicrania in alternativa alle terapie ufficiali e il meccanismo.

 

 Esistono:
1.Cefalee primarie: emicrania, cefalea muscolo-tensiva, cefalea a grappolo
2.Cefalee secondarie: conseguenti e/o dipendenti da altre patologie.
Le cefalee colpiscono circa il 10%-15% della popolazione, in maggioranza le donne, possono essere ereditarie, si manifestano per la maggior parte tra i 35 ed i 45 anni e costituiscono un fattore di rischio cardio e neurovascolare.


Alcuni elementi o avvenimenti che possono favorire la comparsa di un episodio di cefalea: 1) Estrogeni, presenti soprattutto nel periodo mestruale o somministrati tramite farmaci. 2) Alcolici, in particolare il vino rosso. 3) Alcuni cibi: formaggio stagionato, noci, pesce affumicato, cioccolato. 4) Digiuno. 5) Intolleranza al glutine. 6) Reazioni allergiche. 7) Luci intense, rumori, alcuni odori e profumi. 8) Stress fisico e/o psicologico.Il dolore dell’emicrania può variare da 2 a 72 ore: gli attacchi più intensi debilitano e compromettono la vita quotidiana della persona. Un’emicrania che dura più di 72 ore viene definita stato di male emicranico.


Sono riconosciute quattro fasi durante gli attacchi, ma non necessariamente si presentano tutte:
1) Fase prodromica: si verifica ore o giorni prima che compaia il dolore ed è caratterizzata dalla manifestazione di sintomi premonitori: alterazione dell’umore, depressione, irritabilità, euforia, stanchezza.
2) Aura: precede immediatamente l’emicrania e si caratterizza con alcune manifestazioni di sintomi neurologici transitori: alterazioni visive, motorie o sensitive.
3) Dolore: in genere è unilaterale, intenso e pulsante; in alcuni casi può essere bilaterale o cervicale. Possono comparire anche altri sintomi: visione offuscata, naso chiuso, diarrea, minzione frequente, pallore.
4) Risoluzione o recupero: La maggior parte degli attacchi scompare in maniera spontanea, in genere il riposo allevia la sintomatologia. I sintomi dell’emicrania, tuttavia, persistono spesso dopo la scomparsa dell’attacco: si possono avere disturbi gastrointestinali, cambiamenti di umore, sensazione di esaurimento e debolezza. Cure naturali per la cefalea riducono l'intensità e la frequenza delle crisi gradualmente, efficacemente e senza danni.


La causa del dolore della cefalea consiste in una infiammazione sterile perivascolare neurogenica nel circuito trigemino-vascolare.E' innescato da una alterata degranulazione dei mastociti (corpuscoli presenti nel tessuto connettivo delle aree perivenulari), che è causa di produzione e dismissione incontrollata di neurotrasmettitori umorali e tissutali, in particolare il CGRP (calcitonin gene-related peptide) e la SP (sostanza P). Tali neurotrasmettitori rivestono particolare importanza nella trasmissione del dolore, e sono implicati anche nelle reazioni tissutali locali di tipo infiammatorio: la sostanza P produce stravaso di proteine e una reazione infiammatoria innescata dalla degranulazione dei mastociti nella dura madre cerebrale, (tessuto connettivo che ricopre e protegge la materia cerebrale), e nella quale corrono sia i vasi cerebrali che le fibre nervose che li accompagnano.


La terapia ufficiale si avvale principalmente di antiinfiammatori, triptani ( farmaci agonisti selettivi della serotonina,che attivano i recettori serotoninici 5-HT, i quali mediano una vasocostrizione localizzata a livello carotideo riducendo così l'afflusso ematico ai tessuti intra ed extra cranici). Come si può bene intuire, la vasocostrizione arteriosa se da un lato può essere benefica riducendo o facendo scomparire la crisi cefalalgica, dall'altro a lungo andare, riduce il trofismo ( nutrizione ) del tessuto nervoso interessato. Quindi, tali prodotti hanno controindicazioni.


Carenza di elementi naturali organici conseguente a stress, stile di vita incongruo, diatesi costituzionale e azione di radicali liberi sono alla base del dolore cefalalgico.
Cure naturali per la cefalee ed emicrania sono possibili grazie all’azione di sostanze fitoterapiche come Rhodiola rosea e Vitis vinifera che hanno attivita’ contro i radicali liberi, azione antinfiammatoria, antiaggregante, trofica sulla parete dei vasi sanguigni e insieme a sostanze naturali organiche, come flavoproteine e coenzimi (NAD e NADP), contribuiscono in modo semplice e non dannoso al ripristino del metabolismo cellulare dei mastociti, alla normalizzazione della produzione di neurotrasmettitori e, quindi, ad una cura naturale delle cefalee.